Google: cosa succede quando muore un impiegato

Google: cosa succede quando muore un impiegato

Misurarsi con la morte non è mai una cosa semplice, soprattutto quando si parla di un affetto vicino come quello che può essere un marito o una moglie. In questo senso, tra i vari benefit già conosciuti in casa Google, ci sono anche quelli previsti in caso di morte dei propri impiegati.

Introdotti in tempi recenti, i suddetti benefit non hanno limiti e riguardano quindi ognuno dei 34.000 dipendenti attualmente in forza presso le sedi di Google. In caso di decesso di un impiegato, al suo partner viene concessa la metà dello stipendio per dieci anni, più 1.000$ aggiuntivi al mese per ogni bambino fino al compimento del diciannovesimo anno di età, limite innalzato a 23 anni nel caso in cui il figlio sia uno studente a tempo pieno.

Un'iniziativa spiegata in questo modo dal Chief People Officer di Google, Laszlo Bock, ai microfoni di Forbes:

"Una delle cose che abbiamo realizzato di recente è stato che una delle cose più dure, ma anche più certe, della vita è che a un certo punto molti di noi devono confrontarsi con la morte dei nostri partner. Sono sempre momenti orribili e difficili, e ogni volta che abbiamo affrontato questo come società abbiamo cercato modi per aiutare il partner dell'impiegato Google che ci ha lasciati."

Un'iniziativa sicuramente da applaudire, considerando anche il fatto che non ci sarebbero requisiti per ottenere il "death benefit", ma che per ovvi motivi può essere realizzata e portata avanti solo da un'azienda grande come Google.

Via | Mashable.com
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail