Silk Road: boom da 22 milioni di dollari per il sito che commercia in droga

Screenshot di Silk Road

Silk Road è un sito gestito da criminali a cui sicuramente non manca il coraggio: vende droghe illegali, sfacciatamente, in tutto il mondo ed in barba alle leggi. Questa “farmacia” online, protetta dall’anonimato del network Tor, ha espanso così tanto il proprio business da toccare $22 milioni di dollari.

Sia Tor che la cripto-valuta dei Bitcoin consentono di rendere anonimi e non rintracciabili gli utenti. La polizia, come spesso abbiamo detto, ha serie difficoltà a penetrare questo velo. Per scoprire informazioni sul sito è necessario un grosso lavoro di ingegneria sociale (sarebbe a dire: costringere qualcuno a “cantare”). Dal canto suo la base di utenza cresce di dimensioni nonostante la “difficoltà” tecnica. Per raggiungere Silk Road serve usare un programma per accedere a Tor ed anche battere a mano un'URL molto complessa. Non c’è pubblicità: è comune trovare “il posto” solo perché un amico te lo consiglia.

La cifra è dedotta da Nicolas Christin, professore della Carnegie Mellon University, che ha studiato le cifre (rigorosamente in Bitcoin) che passano attraverso Silk Road. La struttura non è molto diversa da Etsy o eBay, con una serie di venditori (550 in luglio) che offrono i propri prodotti in cambio di una commissione ai gestori del sito. Secondo lo studioso si può dedurre uno scambio di $1,9 milioni mensili e di $6000 in commissioni giornaliere. Scommetto che nessuno rimarrà sorpreso dallo scoprire che il commercio di droga è un business lucrativo.

Per scoprire questi dati Christin ha usato metodi piuttosto comuni e si è preso una finestra di sei mesi. Un crawler ha registrato i prezzi degli annunci ed il numero di vendite, mentre il professore ha segnato manualmente i feedback lasciati dagli utenti sulle pagine dei venditori. La ricerca ha evidenziato che il business è stabile con qualche picco improvviso ed una tendenza alla crescita.

Il segreto del successo di Silk Road è lo stesso di qualsiasi social software: la sua comunità. Questa forse è la vera sorpresa per chi immagina uno spacciatore come un bieco criminale con un occhio solo ed il coltello in mano, ma la soddisfazione degli utenti nelle compravendite si attesta ad un prodigioso 97,8%. Niente male, dato che un compratore non potrebbe mai rintracciare un truffatore.

Qual’è il futuro di Silk Road? Sicuramente farà una pessima fine, come Farmer’s Market. E’ impossibile sfuggire alle forze dell’ordine indefinitamente senza fermare le proprie operazioni e sparire. Non mi sembra che questo sia il genere di criminale che capisce quando è arrivata l’ora di squagliarsela.

Via | Forbes

  • shares
  • Mail