Microsoft annuncia Skype per il browser e un nuovo protocollo di rete

Schema di CU-RTC-WebMicrosoft ha dato ufficialità alle indiscrezioni, trapelate nel mese di aprile, riguardo a una versione di Skype per il browser. Com’era prevedibile, la piattaforma di VoIP non utilizzerà il framework di Google: WebRTC, già sottoposto al World Wide Web Consortium (W3C) e utilizzato negli Hangout di Google+, non soddisferebbe tutti i requisiti di Microsoft. Perciò, prima di rendere disponibile Skype per il browser, la multinazionale ha realizzato un nuovo protocollo di rete ad hoc. È CU-RTC-Web, in attesa d’approvazione dal W3C.

In particolare, Microsoft imputa a WebRTC un’eccessiva dipendenza dal Session Initiation Protocol (SIP) al costo di una scarsa interoperabilità coi dispositivi esistenti per il VoIP. CU-RTC-Web intende superare i limiti di WebRTC per soddisfare le esigenze di Skype e funzionare su qualunque device in distribuzione. Anziché SIP, CU-RTC-Web utilizza il Session Description Protocol (SDP): un’infrastruttura di comunicazione per generare istanze multimediali condivise. Non è stato spiegato il rapporto diretto di CU-RTC-Web con Skype.

Il tentativo di Microsoft, per essere più precisi, è quello di creare un’infrastruttura standard che non obblighi Skype ad “aprire” il protocollo a terzi. Il popolare client per il VoIP non ha mai gradito l’utilizzo della propria tecnologia su applicazioni indipendenti e Skype per il browser non farà eccezione. CU-RTC-Web, di conseguenza, permetterà l’implementazione di chiavi private che limitino le comunicazioni a un protocollo specifico: le istanze di Skype sul browser dovranno essere autorizzate esplicitamente da Microsoft.

Via | Microsoft

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: