eBay Now sperimenta la spedizione in giornata: è un’utopia in Italia?

Logo di eBayeBay Now è un nuovo servizio sperimentale dell’omonima piattaforma di e-commerce: inaugurato a San Francisco, prevede la spedizione dei prodotti acquistati entro un’ora dalla transazione. La formula non riguarda le aste fra gli utenti, perché è limitata agli acquisti effettuati presso gli esercenti locali. È disponibile soltanto dall’applicazione su iOS e ha un prezzo di $5 per una spesa minima di $25 — escluse le eventuali tasse da applicare. eBay potrebbe estendere il servizio ad altre città statunitensi e al resto del mondo.

Affinché la spedizione in un’ora sia rispettata, consumatore ed esercente devono risiedere nello stesso comune. In Italia, eBay Now potrebbe essere attivato nei grandi capoluoghi: a destare qualche perplessità – oltre all’osservazione dei tempi di consegna – è il prezzo. Nel nostro Paese le spedizioni hanno un costo medio di 6€ perché i prodotti siano consegnati in tre giorni lavorativi, mentre il servizio di eBay al cambio s’aggira attorno ai 4€. La spedizione di eBay Now resterebbe comunque nel raggio della stessa area urbana.

Rocky Agrawal ha potuto provare il servizio e assicura che sia i tempi di consegna, sia i costi sono rispettati. eBay Now parrebbe la risposta alle offerte di Best Buy – una catena di distribuzione molto popolare negli Stati Uniti – che offre le stesse modalità e prodotti allo stesso prezzo. Amazon ha un sistema equivalente per $5.99. Nessuno di questi raggiunge l’Italia: un’occasione mancata per un servizio che potrebbe davvero migliorare l’efficienza del terziario. Le esigenze dei singoli consumatori passano in secondo piano.

I servizi postali, in Italia, sono stati liberalizzati oltre vent’anni fa: i prezzi non sono mai scesi granché per effetto della concorrenza. Supponiamo che un freelance o una startup debbano sostituire un componente difettoso o non più funzionante che impedisce il regolare svolgimento del proprio lavoro. Escluse promozioni o rapporti privilegiati coi distributori, la sostituzione potrebbe richiedere fino a tre giorni bloccando la produttività. Spesso, nel nostro Paese i servizi più rapidi riguardano le spedizioni all’ingrosso.

Personalmente, ho subito più volte lo status quo delle spedizioni in Italia. Dovendo sostituire un elaboratore, sono stato costretto a recarmi in un negozio e a scegliere in fretta un prodotto mediocre a un costo superiore alle prestazioni garantite per non restare più di un giorno senza lavorare. eBay Now m’avrebbe permesso di scegliere un’offerta migliore e ricominciare subito dopo la pausa pranzo contenendo le perdite. Dubito che sia successo soltanto al sottoscritto: è uno use case piuttosto comune e utile alla produttività.

eBay, come Amazon, hanno aperto delle succursali e sono particolarmente attivi nel nostro Paese. Il successo – tuttora da dimostrare – di sperimentazioni come eBay Now dovrebbe convincere le multinazionali a estendere i propri servizi all’Italia. Rispetto ad altri settori, dove sussistono problemi di tassazione o diritto d’autore, l’assenza di queste formule non ha giustificazioni economiche. Bisognerebbe augurarsi che il mercato italiano possa accoglierle al più presto. Forse, però, resterà soltanto un’utopia del sottoscritto.

Via | VentureBeat

  • shares
  • Mail