Electronic Arts fa causa a Zynga: "The Ville è la copia di The Sims Social"

galleria causa EA vs Zynga

The Ville, il nuovo arrivato in casa Zynga, una tra le più popolari società di videogiochi accessibili da Facebook, è diventato in queste ore oggetto di una causa intentata all'azienda di San Francisco da Electronic Arts, la nota società statunitense che sviluppa e distribuisce videogiochi per le principali piattaforme e console. Il motivo è presto detto: The Ville, a detta di EA, sarebbe una "evidente copia" di The Sims Social, l'ultimo capitolo della serie The Sims lanciato su Facebook nell'estate scorsa.

Ad occuparsi dalla questione sarà la corte federale di San Francisco, ma nell'attesa le due aziende si stanno dando battaglia a suon di comunicati. Lucy Bradshaw, general manager di Maxis, ha descritto la causa senza ricorrere a mezzi termini:

Maxis non è il primo studio a sostenere che Zynga abbia copiato i suoi prodotti, ma noi siamo lo studio che la la risorse finanziare per affrontare la cosa. Quando The Vill è stato introdotto nel giugno 2012, la violazione del copyright di The Sims Social è stato chiaro a tutti qui a Maxis così come a tutti i giocatori. Le similitudini vanno al di là di quello che si può vedere in superficie. Le scelte di design di Zynga, le animazioni, i movimenti dei personaggio e le azioni sono prese direttamente da The Sims Social. La copia è così ben fatta che i due giochi, ad un osservatore profano, sembrano indistinguibili.

galleria causa EA vs Zynga
galleria causa EA vs Zynga
galleria causa EA vs Zynga

Rincara la dosa la stessa EA, che ha diffuso un comunicato con toni simili a quelli utilizzati da Bradshaw:

Non appena The Sims Social ha aumentato la sua visibilità e la sua popolarità, Zynga ha fatto ricorso alla sua nota strategia di competizione: rubare un gioco fatto da qualcun altro e cambiargli il nome. Crediamo che Zynga non abbia raggiunto il successo nel social gaming online grazie alla sua creatività nel game design e nell'innovazione. Al contrario, pensiamo che Zynga scoraggi l'innovazione e si limiti ad osservare i giochi di successo, provarli, analizzarli e creare nuovi titoli che si rifanno esattamente a quelli della concorrenza. La pratica compiuta da Zynga è risaputa e dimostra che la sostanziale somiglianza tra The Sims Social e The Ville non sia una mera coincidenza, ma il risultato di una volontaria ed intenzionale condotta che è la base del modello di business condotto da Zynga.

Le accuse sono piuttosto pesanti e la replica di Zynga non si è fatta attendere. A sorpresa, però, l'azienda di San Francisco ha accusato, in questo caso soltanto a parole, Electronic Arts di aver copiato uno dei suoi successi, CityVille, forse dimenticando che SimCity Social non è altro che la versione online di SimCity, il celebre videogioco lanciato nel lontano 1989:

Siamo impegnati nel creare i giochi più divertenti, innovativi, sociali e coinvolgenti in ogni genere possibile. E' spiacevole che EA pensi che quella sia stata una risposta appropriata al nostro gioco. Dimostra chiaramente una mancanza di comprensione dei principi base del copyright. E' anche ironico che EA abbia intentato questa causa subito dopo aver lanciato SimCity Social che presenta evidenti somiglianze con il nostro CityVille.

Come era facile intuire, EA non ha taciuto di fronte a questa velata accusa. John Reseburg ha replicato con poche parole: "Devono essere un po' distratti, altrimenti avrebbero notato che abbiamo cominciato a diffondere i giochi SimCity dagli anni '90".

La battaglia, insomma, è già iniziata al di fuori del tribunale. Se siete curiosi di leggere il testo integrale della querela presentata da Electronic Arts, potete farlo a questo indirizzo.

Via | The Register

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: