Windows 8 è ora RTM: siamo ai blocchi di partenza

Windows 8 raggiunge la fase RTM

Windows 8 è pronto, per una data definizione di "pronto" - in gergo tecnico, è pronta la sua versione RTM, Ready for Manufacturing. In passato una fase importantissima in cui l’OS veniva “congelato” e poi spedito affinché fosse fisicamente prodotto in floppy, CD o DVD a seconda dell’epoca.

Windows 8 ha ancora una versione DVD, nonostante ci si trovi in un mondo cambiato dagli store online, ma questo è il momento importantissimo in cui il nuovo OS viene trasferito ai produttori OEM - Questo significa che l’RTM ha ancora un senso speciale per Microsoft, e marca l'inizio di una fase difficile e cruciale, in cui il lavoro da fare aumenta invece di scemare.

Noi comuni mortali metteremo mano alla vera RTM solo il 26 ottobre - come fa notare Microsoft a $40, oppure $14 se compriamo un PC adesso. In realtà Redmond ha una cronotabella molto più complessa, che consente a sviluppatori, esperti IT e responsabili per gli acquisti di prepararsi anzitempo già a partire dal 15 agosto. Ed è piuttosto importante che lo facciano, dato che contiamo su un ecosistema software sano quando finalmente W8 sarà pubblico. Software ed hardware, ecco dove il successo di Windows 8 dovrà essere costruito.

In effetti, credo che il livello di terrore sia piuttosto alto all’interno della corporation. Vista è stato rovinato dalle incompatibilità hardware e software, e sebbene 8 possa contare sull’ottimo supporto "legacy" di Seven, ci sono molte innovazioni e cambiamenti in ballo. La fonte di panico peggiore, ne sono sicuro, riguarda lo sviluppo di Windows RT, la versione per chipset ARM. Da qui ad ottobre ci sarà una fase di test a tappeto estremamente stressante, tanto per Microsoft quanto per gli OEM.

Allo stesso tempo Redmond dovrà anche lottare per rendere vivibile la propria GUI Metro, che quasi tutti ritengono funzionale o perlomento interessante, ma che purtroppo è ancora un deserto dal punto di vista delle app. E ci vorrà anche uno sforzo non indifferente per conquistare chi non ha per le mani un touchscreen ma usa un “semplice” PC o laptop. Siamo sicuri che il mondo desktop possa avere interesse ad un upgrade che - almeno superficialmente - punta in tutt’altra direzione?

Un ultimo update importante: d'ora in poi sarà possibile vendere le proprie app sul market di Windows 8 - finora erano esclusivamente gratuite. Un altro momento cruciale per il futuro di un ecosistema che si sta appena formando.

Via | Blogging Windows

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: