Microsoft dimentica di riservare degli alias sull’e-mail @outlook.com

Logo di Outlook.comIeri abbiamo presentato il nuovo portale di Microsoft dedicato alla posta elettronica: Outlook.com è la realizzazione definitiva di Newmail, il prototipo che era apparso nel mese di giugno. Tuttavia, la fretta o la disattenzione della multinazionale ha generato l’ennesima gaffe. Gli utenti sono stati in grado di registrare degli indirizzi che normalmente sarebbero bloccati e riservati agli amministratori. L’esempio eclatante è donotreply@outlook.com ottenuto da Ryan Hoffman — uno sviluppatore di .NET che non lavora a Microsoft.

L’alias donotreply è utilizzato in genere per le e-mail automatizzate che i server inviano agli utenti. È il mittente fittizio specificato per le notifiche dei vari servizi. Hoffman è riuscito a ottenerlo effettuando una semplice registrazione su Outlook.com e altri hanno annunciato l’ottenimento d’indirizzi più suggestivi. Il Chief Executive Officer (CEO) di Microsoft, ad esempio, non potrà avere steveballmer@outlook.com o ballmer@outlook.com perché sono stati registrati da terzi con gates@outlook.com. Un problema imbarazzante.

Il fenomeno del cybersquatting – ovvero, la registrazione di domini o indirizzi che richiamano società e personaggi pubblici – era già abbastanza serio, prima che Microsoft fornisse quest’opportunità. Nelle ultime ventiquattr’ore, Outlook.com ha avuto un milione di nuove registrazioni e riservare subito il proprio alias potrebbe essere la scelta migliore, considerando la scarsa prevenzione sul furto d’identità. Non è scontato che indirizzi quali admin@outlook.com e postmaster@outlook.com siano di proprietà della multinazionale.

Via | The Verge

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: