Google Places diventa Google+ Local‎: ecco le novità

galleria google+ local

Ancora un cambio di nome per il sistema di servizi per business locali, già passato da Local Business Center a Google Places (Luoghi, in Italia) nel 2010. Oggi diventa Google+ Local‎ ed entra ufficialmente a far parte della nuova filosofia "social" di BigG che vede tutti i suoi servizi principali integrati con quel collante sociale che risponde al nome di Google+.

Google+ Local‎, accessibile tramite l'apposita scheda di Google+, porta con sé tutte le caratteristiche che hanno fatto il successo di Google Places - integrazione con Mappe e recensioni degli utenti in primis - con le potenzialità di Google+ e le novità che arrivano direttamente dal database di punteggi di Zagat, l'azienda acquistata da Google nel settembre scorso. Ed è proprio questa una delle caratteristiche più interessanti di Google Places: il sistema di valutazione dei luoghi è stato rivisto e corretto proprio in base alla scala di Zagat, con punteggio che vanno da 0 a 30:

Qualsiasi luogo visualizzato su Google+ Local riceverà ora un punteggio da 1 a 30 tramite la scala di Zagat, che è basata su diversi criteri di valutazione per consentire agli utenti di fare la scelta più giusta. Ad esempio, un ristorante con cibo ottimo ma un ambiente poco curato potrebbe ottenere un punteggio complessivo pari a 4 stelle; tuttavia con Zagat verranno presentati due punteggi distinti: 26 per il cibo e 8 per l’ambiente.

galleria google+ local
galleria google+ local
galleria google+ local
galleria google+ local

In questo modo gli utenti - che possono dare un punteggio da 0 a 3 - sanno esattamente cosa aspettarsi su ogni aspetto di un attività, ad esempio cibo ottimo e servizio scadente, e chi gestisce quell'attività può avere una chiara panoramica di cosa funziona e di cosa no, o meglio di cosa i clienti apprezzano maggiormente e cosa no.

L'altro aspetto vincente di Google+ Local è la profonda integrazione tra tutti i servizi di BigG, dalle Mappe alla Ricerca, sia che si acceda da computer sia da dispositivi mobili. Chi utilizza Android può già fruire di questa novità, mentre gli utenti di iOS dovranno attendere ancora qualche settimana prima di cercare luoghi o recensirli tramite smartphone o tablet.

Poi, come ci si aspetta da un social network che si rispetti, gli utenti potranno condividere le proprie opinioni e le loro di un determinato luogo con le persone presenti nelle proprie cerchie, rendendo così ancor più utile e personalizzato il sistema di recensioni. Va da sé che se un luogo viene consigliato da un amico o da un conoscente, si è più propensi a sceglierlo rispetto a quello suggeritoci da un perfetto sconosciuto. Che la ricerca - e la valutazione - abbia inizio!

Via | Google Blog

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: