Politwoops, il sito che archivia tutti i tweet cancellati dei politici USA


Politwoops è un sito estremamente divertente, che è nato in Olanda ed è stato ripreso dagli statunitensi, comparendo poi in altri 10 paesi: il suo motore controlla costantemente gli account di un buon numero di politici per riportare tutti i tweet che vengono cancellati. Poi vengono archiviati, in modo da mantenerne memoria nel tempo. Il risultato è - come potrete immaginare - davvero dirompente.

Se è vero che adesso Twitter è 5 volte più rapido a presentare l’interfaccia per scrivere un tweet, allora possiamo immaginarci ancora più “clienti involontari” di Politwoops. Tutto sommato un po’ tutti abbiamo composto un tweet o un aggiornamento di status di fretta, ignorando l’ortografia, la sintassi oppure il buonsenso. Certe volte questi errori sono la maggiore manifestazione di sincerità riscontrabile su Internet. Immaginatevi però l’imbarazzo di un politico di fronte al proprio candore non mediato da considerazioni sulla convenienza.

Politwoops conserva un commento piuttosto ironico dell’ex candidato presidenziale McCain nei confronti delle lacrime del rieletto Putin, ma anche l’abortito tweet del deputato Jeff Miller che linkava un sondaggio su Facebook: “Obama è nato negli Stati Uniti?”. Ci sono poi decine di errori di battitura, alcuni stile Damn You AutoCorrect, e persino qualche caso in cui un collaboratore geniale ha twittato per il vero padrone dell’account in terza persona.

Sono un totale di dodici i paesi che hanno un sito simile a Politwoops, compresa la Spagna, Francia ed UK. Spero qualche anima pia si impegni a portare anche da noi un po’ di queste amare risate.

Via | The Verge

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: