Record di malware da quattro anni a questa parte: parola di McAfee

mcafeelogo_02

Il numero di malware in circolazione non è mai stato così alto da qualche anno a questa parte. Lo rivela McAfee, la nota azienda specializzata che dopo le previsioni sulla sicurezza informatica nel 2012 ha diffuso il suo consueto rapporto sul primo quadrimestre dell'anno, secondo le quali il numero dei malware che colpiscono i PC ha raggiunto un record che non si toccava da quattro anni.

Nei primi quattro mesi del 2012 abbiamo già identificato otto milioni di nuovi malware, a conferma che gli autori del malware stanno continuando imperterriti lo sviluppo di nuove minacce.

E i malware, secondo le statistiche di McAfee, non sono più soltanto una prerogativa dei PC. Come confermato più volte anche da Kaspersky - "tali minacce sono sempre di più estese anche ad altre piattaforme, come i dispositivi mobili e Mac: e più case ed aziende usano queste piattaforme, più gli attacchi si diffonderanno".

Qualche statistica relativa a questo primo quadrimestre: McAfee ha identificato più di 8 mila malware destinati ai dispositivi mobili con sistema operativo Android, minacce in arrivo quasi ed esclusivamente da marketplace di terze parti, nessuna dall'Android market ufficiale. Un numero nettamente in crescita se si considerano le appena 600 minacce identificate nei quattro mesi precedenti, gli ultimi nel 2011.

Quanto al mercato desktop sono stati raccolti oltre 75 milioni di campioni soltanto nell'ultimo quadrimestre del 2011 e dei primi quattro mesi del 2012 il totale è arrivato a 83 milioni, quasi tutti rivolti al mondo del PC. Per quanto riguarda l'ambiente Mac sono state identificate circa 250 minacce, ben 150 in più rispetto al quadrimestre precedente.

Nello snocciolare questi dati, McAfee fa una previsione - il totale dei malware potrebbe raggiungere i 100 milioni entro la fine del 2012 - ed invita tutti gli utenti, indipendentemente dalla piattaforma, ad investire sulla sicurezza e prendere tutte le precauzioni necessarie quando si naviga online.

Via | BusinessWire

  • shares
  • Mail