Avira Antivirus colpisce milioni di PC con un update difettoso

Avira aggredisce i PC

Avira, un antivirus da sempre tra i più quotati e benvoluti, ha giocato un pessimo scherzo ai suoi utenti paganti: un update inviato a milioni di PC ha aggredito per errore alcuni settori vitali di Windows, bloccando applicazioni e talvolta addirittura impedendo il boot del sistema operativo.

Tutti i sistemi operativi toccati dal problema sono sistemi Windows 32 bit e, molto democraticamente, il bug non fa differenze tra Windows 7, Vista ed XP. Una volta colpito dall’aggiornamento difettoso il software diventa estremamente sensibile, al punto da rilevare come malware una vasta schiera di eseguibili che non dovrebbero essere toccati.

Nella lista ci sono alcuni file necessari alla sopravvivenza di Windows, oltre ad Office e Works, alcuni prodotti di Google, l’updater di Garmin, Opera Browser... La lista potrebbe continuare all’infinito, perchè parrebbe che di fronte a questa “mutazione genetica” nessun eseguibile sia considerato sicuro. Inutile dirlo, ci sono state intere aziende bloccate da Avira in tutto il mondo.

Avira ha ovviamente fermato l’update non appena possibile ed ha consigliato agli utenti alcuni passi per risolvere il problema. La soluzione più semplice è disattivare manualmente la componente ProActiv, responsabile del comportamento anomalo. Talvolta è necessario avviare il PC in modalità provvisoria per raggiungere Avira - Se il boot non avviene normalmente, ci sono poche altre maniere.

L’update è stato scaricato 70 milioni di volte, ma non è possibile conoscere il numero reale di PC colpiti, anche perchè l’update è stato scaricato da ogni tipo di macchina con prodotti Avira installati, anche quelli che non danno problemi (come la versione gratuita dell’Antivirus).

Via | ZDNet

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: