Hangouts on Air di Google+: aggiornate le condizioni del servizio

Da un grande potere derivano grandi responsabilità, è proprio il caso di dirlo: col rilascio degli Hangouts on Air per tutti gli utenti di Google+, l'azienda di Mountain View ha deciso di aggiornare i termini e le condizioni del servizio, stabilendo che l'utente che inizia un videoritrovo in diretta è considerato "responsabile di tutti i contenuti di quella trasmissione, inclusi quelli generati da tutti i suoi partecipanti. Scegli con cura chi vuoi invitare e, se necessario, utilizza la funzione di blocco per impedire a qualcuno di prendervi parte.".

Visto il grande potenziale di questa novità - si tratta di un vero e proprio palcoscenico che permettere di raggiungere un vastissimo numero di persone - Google ha preferito mettere le mani avanti e caricare l'autore del videoritrovo di così tante responsabilità con lo scopo di scoraggiare l'utilizzo improprio del servizio, ad esempio trasmettendo in streaming eventi sportivi o musicali senza averne l'autorizzazione, contenuti pornografici o più semplicemente discorsi che incitano all'odio o alla violenza.

Iniziando un videoritrovo in diretta, sottolinea Google, "si accettano i termini del servizio di Google, la politica sulla privacy, le norme relative ai contenuti e al comportamento degli utenti di Google+, i termini del servizio di YouTube e questi termini addizionali". Allo stesso tempo, però, accettando tutto ciò si concede a Google il diritto e la licenza ad "ospitare, trasmettere, conservare, copiare, modificare, comunicare al pubblico, riformattare ed analizzare" quel contenuto live in tutto il Mondo, oltre a permettere la creazione di algoritmi basati su di esso e qualunque altra forma di sfruttamento non specificata.

Ma non è finita qui. In un altro dei nuovi punti, sempre in relazione al contenuti live, Google rende l'utente responsabile del procacciamento di:

tutti i diritti necessari, licenze, consensi ed autorizzazioni, inclusi senza alcuna limitazione il pagamento agli artisti, editori musicali, scrittori, attori, produttori, etichette discografiche e tutti gli altri partecipanti che dipendono dall'uso e dallo sfruttamento di quel contenuto live da parte di Google […] Accetti inoltre di osservare tutte le leggi, le regole e le regolamentazioni riguardanti lo streaming del contenuto live (vostro e di tutti i partecipanti al videoritrovo) in tutto il mondo.

Potete leggere i termini addizionali a questo indirizzo ed iniziare fin da subito ad utilizzare i videoritrovi in diretta. A vostro rischio e pericolo, verrebbe da dire.

Via | TNW

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: