Il fondatore della McAfee è stato arrestato in Belize


Brutta sorpresa per John McAfee (nella foto), arrestato all’improvviso dalla Gang Suppression Unit, un’unità speciale di polizia del Belize, il paese in cui il fondatore del famoso antivirus risiede.

Gli agenti della GSU hanno invaso in trenta la sua villa, sparato al suo cane, abbattuto le porte (aperte) di casa sua con l’ariete ed arrestato lui e tutte le persone presenti sulla proprietà, segregandoli senza cibo e pochissima acqua per 14 ore.

McAfee vive da molti anni nel Belize, paese a cui ha dimostrato molto affetto, erogando generose donazioni alla polizia ed alla comunità, come ad esempio un natante da 1,2 milioni di dollari per la guardia costiera. Le sue attività, però, non sono molto piaciute ad un politico locale, che voleva una fetta della torta. A quanto pare è stato questo politico, peraltro risultato sconfitto alle elezioni, a scatenargli contro l’unità speciale della polizia. Gli agenti l’hanno accusato di detenere illegalmente armi ed hanno sequestrato i suoi documenti (per poi, pare, fingere di non sapere che fine avessero fatto). Almeno, questa è la storia vista dalla parte di McAfee, il luogo è sufficientemente remoto da impedire analisi più profonde.

Di sicuro non è una buona pubblicità per il piccolo paese centro-americano, che dipende molto su investimenti stranieri per rilanciare un’economia piuttosto stagnante.

Via | 5 Channel Belize | Gizmodo

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: