L’immagine dei “geek” tiene lontane le donne dal settore tecnologico

Le donne sono spaventate dall’immagine sociale dei “geek” e perciò si tengono alla larga dall’Information Technology (IT). È una fra le tesi che sono state oggetto di dibattito al Girls in ITC Day 2012 – organizzato dall’International Telecommunication Union, un’emanazione dell’ONU – contraddicendo il successo delle donne sui blog.

Evidentemente, l’abbigliamento casual che caratterizzava Steve Jobs e l’aria trasandata di Mark Zuckerberg sono dei forti deterrenti. Eppure, le motivazioni identificate dalle professioniste del settore tecnologico sono più approfondite e intelligenti: anzitutto, mancano dei ruoli adatti alle donne — oltre ai modelli di riferimento.

Una grande responsabilità sarebbe dell’orientamento scolastico, che asseconda un’immagine distorta dell’IT. Gli educatori suggeriscono che la carriera nel settore tecnologico non sia femminile e molto più dura per le donne, rispetto agli uomini. Un problema non indifferente, considerando le stime sull’impiego nel prossimo decennio.

Prima del 2022, infatti, le statistiche prevedono 2 milioni di nuove posizioni manageriali legate all’IT — in un mondo che annovera oltre 70 milioni di giovani disoccupati. Sorprendentemente, i professionisti non riusciranno a coprire tutti i posti di lavoro disponibili e scoraggiare le donne a intraprendere una carriera è sciocco.

Hamadoun Touré, il Segretario dell’ITU, è convinto dell’importanza d’invertire la rotta: aumentare il numero delle donne impiegate nel settore è una risposta alla disoccupazione ed è uno stimolo alla creazione di nuove figure professionali. Il pregiudizio sull’immagine dei “geek”, benché sia stupido, ha avuto degli effetti deleteri.

In quest’ottica, l’ITU ha organizzato una campagna di sensibilizzazione triennale - Tech Needs Girls, una promozione sviluppata in quattro punti: rafforzamento, equità, educazione e occupazione. In inglese, «le quattro “e”», ovvero empowerment, equality, education ed employment. I dettagli saranno disponibili in un secondo momento.

Via | The Register

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: