Il punteggio su Klout ha assunto un’importanza spaventosa nel lavoro

KloutKlout, la piattaforma per il calcolo dell’influenza degli utenti sui social network, ha acquisito un’importanza ai limiti dell’inverosimile. Sembra, infatti, che un punteggio basso su Klout possa addirittura compromettere una carriera lavorativa: ottenere un livello più elevato – al contrario – aumenterebbe le offerte d’assunzione.

Un esempio è la storia di Sam Fiorella, un pubblicitario di Toronto con quindici anni d’esperienza. A un colloquio è stato scartato con un punteggio di 34 su Klout — e gli è stato preferito un giovane con 67. Dopo l’intervista – rilasciata alla redazione statunitense di Wired – è salito a 72, cominciando a ricevere numerose offerte.

Tuttavia, Klout assegna il punteggio con un algoritmo che favorisce lo SPAM. Basandosi essenzialmente su Twitter la piattaforma privilegia i retweet e le reply: non c’è una considerazione qualitativa dei contenuti condivisi ed esistono strategie più o meno lecite per incrementare il proprio livello. Non è un indice così affidabile.

Via | VentureBeat

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: