Lo ZX Spectrum compie 30 anni

Lo ZX Spectrum compie 30 anni

Era il 23 aprile 1982 quando Clive Sinclair e la sua Sinclair Research mostrarono per la prima volta al mondo lo ZX Spectrum, destinato a diventare una delle piattaforme storiche sia per l'informatica in generale, sia per l'industria videoludica, dove il modello sopra citato riuscì a fare concorrenza al mostro sacro Commodore 64, anche grazie al suo prezzo notevolmente minore.

Chi all'epoca optava per un ZX Spectrum riusciva infatti a portarsi un computer a 8-bit dotato di CPU Zilog Z80A da 3,5MHz, RAM di serie da 16KB espandibili fino a un massimo di 128KB e display da risoluzione massima di 256x192 pixel: numeri sicuramente irrisori visti ora nel 2012, ma che nel 1982 contribuirono come dicevamo a fare di questa piattaforma una delle più ambite sul mercato, grazie a un notevole processo d'ingegnerizzazione che ne conteneva il costo: tanto per fare un esempio, secondo quanto ci ricorda Wikipedia nel 1984 lo ZX Spectrum da 16KB veniva venduto a 398.000 lire, mentre lo ZX Spectrum da 48KB a 499.000 lire, ben lontane dalle 973.500 richieste per il Commodore 64 in occasione del suo lancio.

Anche Google come qualcuno avrà già notato ha deciso di festeggiare il trentesimo compleanno di ZX Spectrum, dedicando al computer un doodle nella homepage della sua versione .co.uk: la creatura di Sinclair Research fu infatti un cardine per la diffusione dell'Information Technology all'interno del Regno Unito, lanciando l'industria informatica tra i sudditi di sua maestà.

Come i nostri colleghi di Geek.com anche noi vogliamo festeggiare ZX Spectrum coi suoi spot dell'epoca, reperibili grazie al solito YouTube: li trovate dopo il break.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: