Pebble, il progetto più popolare su Kickstarter: $5 milioni di fondi

PebblePebble, un singolare orologio da polso, ha superato i $5 milioni di fondi raccolti su Kickstarter, la piattaforma per finanziare prototipi tecnologici. La campagna è soltanto all’inizio: durerà altri ventotto giorni da oggi. Qual è il motivo di tanto successo, inedito – nonostante gli altri due progetti milionari – per Kickstarter?

Anzitutto, effettuando una donazione minima di $99, gli utenti di Kickstarter s’aggiudicano il Pebble scontato di circa $50 sul prezzo finale al pubblico. Un’opportunità che molti hanno voluto sfruttare. Quali sarebbero, però, le straordinarie caratteristiche di quest’orologio? Facendo l’«avvocato del diavolo», niente d’eccezionale.

Il Pebble – del quale, inizialmente, hanno parlato i colleghi di Gadgetblog.it – è un orologio con touchscreen, che si connette via Bluetooth ad Android e iOS per mostrare una serie di notifiche configurabili. Presto, gli sviluppatori avranno un Software Development Kit (SDK) per realizzare delle applicazioni dedicate all’orologio.

Ideale soprattutto per gli sportivi, ai quali il Pebble garantisce funzioni specifiche – ad esempio, in sostituzione ai contachilometri delle biciclette – questo dispositivo non è del tutto originale. Indubbiamente è un gadget molto geek e, per le sue funzionalità, ha un prezzo contenuto. Tuttavia, non riesce a convincermi appieno.

Bisogna considerare che, perché funzioni, il Pebble richiede all’utente d’avere con sé lo smartphone: quest’ultimo deve abilitare sia la connessione a internet, sia il Bluetooth. Se l’autonomia del Pebble è di sette ore, la batteria dello smartphone non arriva alla metà — in quelle condizioni. Preferirei un dispositivo indipendente.

Alla ricezione di una notifica sullo smartphone, questa si ripete sul Pebble — se è stato configurato per farlo. Due suoni e due vibrazioni da gestire per un messaggio che, magari, non è così importante: lo trovo decisamente “fastidioso”. Il Pebble è molto più intrigante per gli sviluppatori, che non per gli utenti. Lo comprereste?

Via | Technology Review

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: