Facebook farà la sua offerta pubblica iniziale il 17 maggio


Secondo una serie di fonti vicine a Facebook, che confermano alcuni rapporti precedenti, la corporation dovrebbe fare la propria Offerta Pubblica Iniziale il 17 maggio.

I tempi per il social network iniziano ad essere stretti e la Securities and Exchange Commission (Commissione per i Titoli e gli Scambi) dovrebbe aver ormai completato il complesso iter burocratico, che il titanico acquisto di Instagram non dovrebbe aver rallentato.

Secondo alcune fonti del New York Times, il 30% di Instagram dovrebbe essere stato acquistato in contanti, mentre il 70% in azioni. Secondo i calcoli, in base a questa ripartizione Facebook ha valutato le proprie azioni a $30 ciascuna, portando il valore del gigante dei social network a 75 miliardi di dollari.

Si tratta di una valutazione decisamente pessimistica. Lo stesso Facebook, continuano le fonti che hanno assistito alle trattative con Kevin Systrom (fondatore di Instagram), si auto-valutava 104 miliardi, un valore potenziale che è stato utilizzato come leva per convincere Systrom della bontà dell’offerta di Zuckerberg. Questa stima è più in linea con le aspettative del mercato e porterebbe il valore di ciascuna azione a $40, una cifra che viene considerata ragionevole sui mercati secondari privati in cui azioni di Facebook sono state regolarmente scambiate.

C’è da dire che le borse hanno dimostrato una straordinaria animosità nei confronti delle grandi aziende tecnologiche che fanno un’Offerta Pubblica Iniziale. Zynga è rimasta “piatta”, senza cedere nè aumentare di valore, Groupon (tormentata com’è da tanti problemi) è calata di $8 per azione dai $20 iniziali (pur arrivando in tempi più rosei ad un picco di $31).

Le previsioni sono d'un tratto migliorate rese per Facebook dopo l’acquisto di Instagram, secondo alcuni. Questa mossa, infatti, prelude ad un ingresso sul campo di battaglia mobile, l’ultimo grosso mercato in cui il social network si può espandere, ma dove non ha dimostrato finora alcuna aggressività.

Foto | Flickr
Via | Techcrunch | New York Times

  • shares
  • Mail