I retroscena dell'acquisto di Instagram: Mark Zuckerberg ha fatto tutto da solo

MarkZuckerberg2012

La notizia dell'acquisizione di Instagram da parte di Facebook ha sorpreso tutti, sia perché non ci si aspettava una mossa del genere da parte di Zuckerberg & co. sia per l'impressionate costo dell'operazione: 1 miliardo di dollari. E pensare che Kevin Systrom, co-fondatore di Instagram, aveva chiesto addirittura il doppio, ben 2 miliardi di dollari. A rivelarlo oggi è il Wall Street Journal, che è tornato sull'argomento per svelare alcuni retroscena della breve trattativa che si è conclusa come tutti ormai sappiamo.

Mark Zuckerberg ha fatto quasi tutto da solo senza consultarsi col consiglio di amministrazione, avvisato soltanto quando la trattativa era ormai praticamente conclusa. E' stato lo stesso Zuckerberg a pensare l'acquisizione e contattare direttamente Systrom, invitandolo a raggiungerlo nella sua abitazione di Palo Alto, in California. Era il 5 aprile e solo Sheryl Sandberg, direttore operativo di Facebook, fu informata della cosa.

La trattativa è andata avanti in tutta segretezza per circa tre giorni e, ad accordo ormai raggiunto, Zuckerberg ha comunicato la notizia consiglio di amministrazione. Era l'8 aprile e la notizia sarebbe diventata di dominio pubblico il giorno successivo: non si è consultato coi vari membri, è arrivato e li ha informati dell'ormai imminente acquisizione.

Quello che la stampa americana ha già definito "il tocco personale di Zuckerberg" ha però suscitato qualche perplessità tra i membri del consiglio, di fatto esclusi da una decisione così importante, soprattutto in vista dell'imminente quotazione in borsa dell'azienda. Voi che ne pensate?

Via | WSJ

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: