Twitter definisce un’etica per la registrazione dei brevetti interni

Twitter DevelopersInnovator’s Patent Agreement (IPA) è un nuovo documento, redatto da Twitter, col quale la società s’impegna a riconoscere i diritti dei propri sviluppatori. Anziché cedere all’azienda la gestione completa della proprietà intellettuale, è riconosciuto allo sviluppatore il diritto a realizzare delle opere derivate dal proprio lavoro.

È un concetto molto importante — per la tutela dell’innovazione: a Twitter sono convinti che la registrazione dei brevetti debba essere una forma di difesa, non una strategia per impedire il progresso. Scegliendo l’IPA, la società vincola quanti dovessero decidere d’acquistare un determinato brevetto a rispettare gli stessi termini.

L’IPA è una specie di compromesso tra open e closed source. Twitter è solita ridistribuire i sorgenti delle tecnologie utilizzate per la propria piattaforma, ma – al pari delle altre società – sceglie di brevettare alcune soluzioni. Queste non diventeranno “libere” con l’IPA, però non bloccheranno l’ingegno di chi le ha realizzate.

Via | Twitter

  • shares
  • Mail