I videoritrovi di Google+ in arrivo su Facebook grazie ad uno sviluppatore deluso

FBHangoutParties

Sembra proprio che Google si sia fatto un nuovo nemico: Mohamed Mansour, uno dei più attivi sviluppatori di estensioni di Google+. A lui si devono, tra le altre, Facebook Friend Exporter e Accessible Hangouts, che ha reso i videoritrovi del social network made in Mountain View più accessibili per ciechi e ipovedenti. I recenti cambiamenti apportati da Google al suo esperimento sociale hanno creato non pochi problemi agli sviluppatori, rendendo di fatto inutilizzabili alcune estensioni, incluse quelle realizzate da Mansour.

Al giovane questa cosa non è andata giù - "il cambiamento è una cosa buona, ma è altrettanto buono mantenere una relazione con la comunità di sviluppatori che spende decine e decine di ore per realizzare applicazioni a titolo gratuito - tanto da spingerlo a passare alla concorrenza: Facebook. E di poche ore fa l'annuncio, fatto dallo stesso Mansour, della creazione di Facebook Video Parties, l'applicazione che porta i celebri videoritrovi di Google+ sul social network di Mark Zuckerberg. E' ancora in via di sviluppo, ma promette bene.

Molti dei miei amici sono ancora su Facebook e quello che più mi piaceva di Google+ erano gli Hangout. Nelle ultime due settimane ho lavorato per portare quell'interessante funzione su Facebook. Si integra alla perfezione col profilo Timeline e permette agli utenti di mantenere il controllo completo della moderazione nel caso di videoritrovi pubblici. Funziona bene sia con le connessioni internet veloci sia con quelle più lente! Potrete anche organizzare gruppi di studio coi vostri amici di Facebook.

Facebook, grazie all'integrazione con Skype, per ora permette agli utenti di videochiamare una persona alla volta e l'applicazione di Mansour, se e quando vedrà la luce, andrà a riempire un vuoto mai colmato ufficialmente dall'azienda. Le carte in regola per un'app di successo, insomma, ci sono tutte.

Via | Mohamed Mansour

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: