Wikipedia abbandona Google Maps a favore di OpenStreetMaps

Wikipedia abbandona Google Maps a favore di OpenStreetMapsIl mercato delle mappe online è stato per anni dominato da Google Maps, applicazione diventata poi punto di riferimento anche per siti e piattaforme esterne a quella Google, che nel corso del tempo hanno fatto largo uso delle mappe messe a disposizione dal gigante di Mountain View. Ma la storia recente è diversa: se Apple ha già deciso di passare da Google Maps a OpenStreetMap col lancio di iPhoto, alla mela morsicata si è unita poi anche Foursquare, annunciando di volersi separare da Google Maps.

Oggi, registriamo un altro "big" del web intenzionato a compiere lo switch: si tratta di Wikipedia, che ha deciso di passare a OpenStreetMap con l'ultima versione della sua applicazione per iOS e Android. Ne parlavamo del resto un paio di settimane fa, attribuendo il motivo dell'esodo di massa da Google Maps alla scelta di Google di far pagare l'uso del servizio alle applicazioni esterne col maggior volume di traffico.

Molto simile a Wikipedia nel suo spirito, OpenStreetMap si definisce infatti come "La wiki-mappa Libera del Mondo", dotata di una community di volontari che ne aggiornano i dati e basandosi (sempre come la creatura di Jimmy Wales) su donazioni per andare avanti. Proprio la similitudine tra le due piattaforme sembrerebbe essere la ragione dietro la scelta di Wikipedia, che dunque preferirebbe l'uso di "una sorgente di dati per mappe aperta e libera". Al momento, le app Wikipedia usano MapQuest per il rendering delle mappe OpenStreetMap, ma l'enciclopedia libera ha fatto sapere di volersi a breve dotare di un proprio sistema.

Via | Techcrunch.com

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: