Facebook vs. Paul Ceglia: per ora niente archiviazione

PaulCegliaFB

Nuovi sviluppi nella causa che Paul Ceglia ha intentato contro Facebook, sostenendo di essere il co-proprietario del social network. Giorni fa i legali di Zuckerberg, in possesso di circa 200 mail che smentiscono il racconto di Ceglia, hanno chiesto l'archiviazione del caso, ma per il giudice Leslie Foschio, chiamato ad esprimersi sulla questione, non è ancora giunto il momento di archiviare il tutto.

Foschio ha stabilito che l'avvocato di Ceglia, Dean Boland, potrà incontrare i difensori di Zuckerberg e confrontare il materiale in suo possesso - lo scambio di email che proverebbe la cessione di metà del social network - con quello recuperato dagli esperti di Facebook - le mail originali, ben diverse da quelle presentate dall'uomo in un primo momento - e viceversa. Poi, a carte scoperte, le due parti potranno decidere come procedere. Negata, invece, la richiesta di Boland di poter interrogare Zuckerberg e di accedere ai computer usati dal giovane durante la sua permanenza all'università di Harvard.

Se per Facebook questa decisione mostra l'intenzione della corte di concentrarsi sulla frode attuata da Ceglia, gli avvocati dell'uomo la vedono in maniera diversa: "siamo fiduciosi che una volta che avremo ottenuto quelle informazioni, la corte negherà la mozione dell'imputato di archiviare il caso e ci permetterà di arrivare al processo". Il confronto tra le parti dovrebbe avvenire entro i prossimi due mesi. Staremo a vedere.

Via | Washington Post

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: