Il movimento Occupy rinnova il proprio sito

Occupy

Il movimento Occupy Wall Street, che da mesi ormai fa discutere e porta su strade e piazze di tutto il mondo la protesta della popolazione meno ricca e privilegiata, a lungo ridicolizzato dai media, dai banchieri e dai politici - secondo i quali sarebbe composto da disoccupati nullafacenti, senzatetto e radical chic - si rifà il look cambiando il proprio sito. Da oggi, la pagina web legata al movimento si chiama semplicemente Occupy.

Il nuovo sito è semplice, pulito, grafico, colorato e facile da navigare, soprattutto rispetto agli altri siti del movimento con sedi sparse per il mondo. Il progetto di restyling è stato finanziato dai co-fondatori del movimento, i registi David Sauvage e Larry Taubman, e dimostra l'intenzione di rinnovare l'interesse nei confronti della protesta.

La pagina web è stata lanciata ufficialmente ieri e promette di funzionare come un aggregatore di notizie così come una fonte di contenuti originali, diventando una sorta di "Huffington Post per Occupy". Taubman ha spiegato:

Era molto chiaro che il movimento Occupy avesse bisogno di un modo per parlare per sé, senza doverlo fare passando attraverso la lente di altri media.

Via | MotherJones

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: