Fantasmi e Google Bombing: fallimento uguale a..

Googlebombing per il Presidente del ConsiglioAlzi la mano chi in rete non ha mai sentito dire che scrivendo "failure", o ancor meglio, "miserable failure" su Google e cliccando sul pulsante "Mi sento fortunato" si finisce direttamente sul sito della Casa Bianca e più precisamente sulla pagina della biografia di George W. Bush.

La notizia di oggi pomeriggio è che la Polizia Postale ha contattato Google per eliminare alcune associazioni tra parole come "buffone", "fallimento" e "miserabile" con la pagina della biografia del Presidente del Consiglio: il commissario dell' Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni, Enzo Savarese ha chiesto di "verificare modalità, responsabili e mandanti dell'azione di pirateria informatica".

Questa associazione avviene grazie a quella pratica chiamata Googlebombing, e che solitamente prende di mira soggetti pubblici controversi, soprattutto politici, come nel caso di Bush o del nostro ultimo Presidente del Consiglio.
Divertimento e comunicazione politica sono i due fini di questa tecnica, anche se è stato usato molto nobilmente nel natale 2005 dove scrivendo "regali" si finiva sulla pagina dell'UNICEF.

Questo effetto si ottiene sfruttando la caratteristica di Google che attribuisce importanza ad una pagina, in rapporto a quanti link verso essa si trovano all'interno di altri siti web.

La notizia nel pomeriggio viene lanciata dalle agenzie di stampa, poi come una valanga diventa sempre più grossa fino ad assumere dimensioni epiche.
Dal sito dell'AGI:

"Stiamo chiedendo a Google di modificare subito l'indicizzazione", spiega il dirigente della divisione investigativa Maurizio Masciopinto. Un'indicizzazione "piratata" in modo da dirottare su una pagina della presidenza del Consiglio (quella con la biografia del premier) la ricerca corrispondente a parole quali "fallimento" o miserabile". "Naturalmente - sottolinea Masciopinto - ottenuto il ripristino della normalita', procederemo con ulteriori accertamenti per capire se sussistono gli estremi di un reato"

A quanto pare oltre alla campagna elettorale oggi è finito anche il senso dell'umorismo, visto che quello del limite è dato per disperso da settimane: ma oltre a questo c'è una sostanziale ignoranza sull'argomento in questione.

Hacker in azione per realizzare una indicizzazione piratata? Mandanti? Ripristino della normalità?
E quale sarebbe, quale dovrebbe essere il primo risultato per "fallimento", "buffone" o che altro?
A questo punto, mi consentano, candido il mio blog personale per un reindirizzo, così magari potrei guadagnare migliaia di Euro grazie ad Adsense.

[via Manteblog ]

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: