Twitter chiude gli account anti-Sarkozy, scatta la polemica


Dall’altra parte delle Alpi il Presidente Francese Sarkozy ha aperto un account su Twitter, che è subito stato “circondato” da fake e copie satiriche. Purtroppo hanno avuto vita breve - sono state rapidamente eliminate dal network. Di fronte ad una pioggia di polemiche che l’accusavano di censura, Twitter si è difeso maldestramente.

La sorpresa è stata amara per chi si divertiva a spese del Presidente, perchè Twitter ha rivoltato contro di loro le linee guida da attuarsi per creare un “parody account”, un personaggio che “finge apertamente” di essere l’articolo originale. Se andiamo a leggere, però, scopriamo che si tratta di norme che hanno tutto l’aspetto di essere vaghe, libere. Stando a quello che dice Twitter, è necessario inserire nel nome utente, nel nome dell’account e nella bio una maniera per individuarlo nella sua qualità di finzione. Va ad esempio bene avere un “fake”, un “not” o ancora un “fan” piazzati da qualche parte. Finora tutti avevano immaginato che ciò si limitasse ad uno solo dei tre componenti (username, name e bio), mentre invece Twitter ha reso ora chiaro che il requisito è obbligatorio per tutti e tre i campi. Ritengo personalmente un po’ sospetto che si sia preso la briga di segnalarlo solo ora, a cancellazione avvenuta.

Vale la pena notare che sono stati cancellati account come @_nicolassarkozy, che potremmo definire certamente in violazione delle linee guida. Ma è stato bloccato anche @mafranceforte, ispirato al motto di Sarkò, oppure @sarkozycestfini (Sarkozy è finito). E se poi andiamo a considerare la soppressione dell’account @sarkocensure è davvero difficile ritenere Twitter del tutto innocente nelle sue azioni. La polemica è infuriata - su Twitter ovviamente (l’ironia del mondo moderno è talvolta irresistibile). Tra i francesi è subito scattato ai primi posto l’hashtag #sarkocensure e ci si è interrogati sulle pressioni di carattere politico di cui Twitter è stato fatto oggetto.

Twitter a questo punto si è sentito in dovere di precisare di aver trattato gli utenti anti-Sarko come avrebbe trattato chiunque altro, dandogli anche la possibilità di mettersi in regola. Da ieri sera, infatti, l’account @_nicolassarkozy è tornato, ma sotto al nominativo “Nicolas Sarkozy fake”. In tutto questo, i portavoce del network hanno ammesso a mezza bocca che i sospetti del pubblico sono almeno parzialmente giustificati: in alcuni casi hanno agito in base a segnalazioni provenienti dallo staff del presidente.

Via | The Next Web

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: