Attacco hacker, Yahoo ammette: "3 miliardi di utenti colpiti"

Sono passati diversi mesi da quando Yahoo! aveva confermato di aver stata vittima di un colossale attacco hacker nel 2013 e in questi ultimi mesi molte cose sono cambiate per l'azienda, prima fra tutta l'acquisizione da parte di Verizon e l'unione, insieme ad AOL, nella realtà che oggi conosciamo come Oath.

Ora la nuova azienda ha deciso di fornire qualche informazione aggiuntiva su quella fuga di dati, precisando che tutti gli utenti di Yahoo erano stata coinvolti nell'attacco: non 1 miliardo di utenti, come annunciato da Yahoo, ma ben 3 miliardi di account coinvolti.

Oath, però, ha ribadito che gli hacker non sono riusciti a trafugare le password in chiaro degli utenti né le informazioni bancarie o quelle delle carte di credito associate agli account. A finire nelle mani dei malintenzionati, in definitiva, sarebbero state i nomi e gli indirizzi email, ma anche i numeri di telefono, le date di nascita e le password criptate.

L'azienda ha fornito delle nuove FAQ per tutti gli utenti interessanti da questa intrusione, ma ovviamente l'invito per tutti i cambiare la propria password - e quella di tutti gli altri servizi online per i quali si usava la stessa password di Yahoo! - e le domande di sicurezza legate agli account Yahoo.

oath-08.jpg

Via | Oath

  • shares
  • Mail