L’Europa ha sentenziato che i blocchi per il copyright sono illegali

Cour de Justice de l’Union EuropéenneL’Unione Europea ha emesso – attraverso la Corte di Giustizia – una sentenza “epocale”: sono considerate illecite e devono perciò essere rimosse tutte le restrizioni dei provider riguardo ai siti che proponessero il download di contenuti protetti dal diritto d’autore. Quei blocchi che, ad esempio, costringono a utilizzare un proxy.

La sentenza si riferisce alla causa che SABAM, il corrispettivo belga della SIAE, ha intentato a Netlog — un social network molto popolare tra gli adolescenti. Il filtro dei contenuti in rete è considerato una violazione dei diritti umani, a prescindere dall’intenzione di tutelare il copyright. Il contrario di quanto prevede l’ACTA.

In Europa, la situazione è confusa: ieri ho riportato l’uscita di Bulgaria e Olanda dalla ratifica dell’ACTA, che pure la maggioranza dei membri ha firmato in quel di Tokyo. Oggi, invece, apprendiamo che la Corte di Giustizia comunitaria ha dichiarato illegali le misure che sarebbero introdotte dall’adozione del trattato in Europa.

Via | TorrentFreak

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: