Google e Sun, insieme per conquistare il futuro

I segreti non rimangono tali a lungo, soprattutto nell'era dei blog.

Già qualche mese fa si parlava molto di un sistema operativo targato Google, a tal punto che qualcuno pensò bene di realizzare degli screenshot falsi di un fantomatico Google OS: in gennaio invece si vociferava di un GooglePC che sarebbe stato venduto nelle grandi catene di distribuzione.

Tutte notizie smentite, a parte quel famoso accordo tra Google e Sun, che sembrava limitato ad uno scambio di favori.

E' bastato che uno sviluppatore di Google parlasse con un amico di un nuovo progetto per rendere di dominio pubblico la rivoluzione che ci prospetta il futuro: Google sta mettendo a punto per davvero dei GoogleBox che in pratica sono solo dei thin client collegati ad internet.

Grazie ai nuovi processori che sta appositamente preparando Sun sarà possibile utilizzare una propria personale sessione sui server di Google, dove poter accedere ai propri dati, ai programmi e alla navigazione internet.

In pratica è la riproposizione della tecnologia dei terminali: questo permetterà di avere una macchina sempre a posto, ripristinabile senza necessità di conoscenze tecniche.
Quello che sorprende è la tecnologia che sta dietro tutto questo: man mano che aumenteranno i GoogleBox, aumenterà la potenza di calcolo condivisa da tutta l'infrastruttura.

Microsoft dovrà sbrigarsi se vuole rientrare alla svelta degli investimenti fatti per realizzare Windows Vista

Purtroppo il sito che riportava alcune immagini delle sessioni è stato immediatamente chiuso, mentre delle sorti dello sviluppatore "gola profonda" non sappiamo nulla.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: