La definizione di "utente attivo" di Facebook è ai limiti dell'ingannevole


Facebook è in piena operazione di promozione agli azionisti, dato che è da poco entrato in borsa per il pubblico. Sulla prima pagina c’è la miglior pubblicità che esista, quella dei numeri: 845 milioni di utenti attivi mensili, 483 milioni di utenti attivi giornalieri. Ma sarà vero?

La risposta è quanto mai ambigua: è vero per una determinata definizione di “vero”. Facebook non è certo il primo dot-com a sofisticare i dati, ed i concorrenti sono molto meno trasparenti da questo punto di vista: di Google+ si conosce solo il numero di account, come anche di Twitter. Non ci sono dati sull’effettiva attività su questo network. Facebook è più sereno nel trasmettere informazioni, ma non è per questo che ci si deve fidare di tali numeri da capogiro.

Quello che Facebook non definisce è la qualità di questa cosiddetta “attività giornaliera”. Oltre agli utenti casalinghi o mobile che aggiornano il proprio status, commentano, condividono, accedono al loro profilo e caricano foto, infatti, Facebook conta anche le persone che agiscono su siti di terze parti che sono integrati con Facebook. Sono molti infatti blog, web app e network che consentono l’accesso tramite Facebook, trasferiscono i commenti lasciati in giro direttamente sul social network, come anche like, video o canzoni ascoltate, condivisioni di altri utenti e così via.

Ogni volta che premente il tasto like su un giornale, insomma, siete considerati utenti attivi di Facebook, anche se non accedete in alcun altro modo al vostro account. Succede lo stesso se scaricate un’app per il vostro smartphone che richiede un account - E cliccate sulla “scorciatoia” rappresentata dall’accedere grazie alla vostra identità di Facebook. E’ da un certo punto di vista corretto da parte del social network di tenere conto di tale attività, dato che utilizza direttamente il vostro account con il vostro benestare, ma d’altro canto non vedo come Facebook possa “vantarsene” presso azionisti ed investitori, dato che come utenti voi non andate sulle sue pagine, non vedete i suoi ad, non è possibile vendervi nè beni nè servizi tramite esso.

Quanti saranno i veri utenti, quelli che sono significativi sotto una definizione più concreta, quindi? Di sicuro Facebook non ha alcun interesse a farcelo sapere, nonostante i dati piuttosto lusinghieri sul coinvolgimento manifestato da chi usa questo social network.

Via | New York Times

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: