Microsoft rimuove il tasto Start da Windows 8


Dopo più di 15 anni si interrompe il nostro rapporto con uno degli elementi più caratteristici di Windows, il tasto Start. Microsoft ha deciso infatti di rimuoverlo dall’ultima build di Windows 8, ed a quanto pare il cambiamento sarà definitivo.

Apparso con Windows 95, il tasto Start ed il relativo menù hanno condizionato la nostra esistenza, ponendo le funzioni principali del sistema operativo per la prima volta in un solo posto. All’inizio dello sviluppo Windows 8 aveva conservato questa funzione. Era persino stata adattata graficamente nuovo look Metro, piatto e colorato, ma nell’ultima beta (Build 8220) la Super Bar ne è risultata priva.

Quest’ultimo elemento, la “Super Bar”, è figlia di Windows 7, e pare destinata a rimanere presente. Ora agirà come una specie di dock stile OS X, per scorciatoie e finestre - Un ruolo che alla fin fine poco si discosta da quello originario. Il tasto Start potrebbe anche essere reintrodotto in futuro, se proprio gli utenti dimostrano di non poterne fare a meno, ma la sua fine era stata già pianificata da tempo, quindi ci sono scarse possibilità.

Per navigare ora verrà utilizzato un “hot corner” privo di elementi grafici. L’angolo sinistro in basso del desktop (guarda caso, lo stesso in cui tradizionalmente “viveva” il tasto Start) sarà quindi “sensibile”, e consentirà l’accesso al menù di Windows 8 o direttamente al desktop, e attiverà automaticamente una thumbnail che visualizza la destinazione. Questa nuova interfaccia è studiata per funzionare altrettanto bene con il puntatore del mouse o col dito su di un touchscreen.

Via | The Verge
Foto | PC Beta

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: