Facebook non offre più i filtri con la bandiera per le foto del profilo dopo gli attentati terroristici

Facebook non offre più i filtri con la bandiera per le foto del profilo dopo gli attentati terroristici: ecco perché e con cosa ha sostituito questa opzione.

bandiere

Facebook - Non so se ci avete fatto caso, ma Facebook on ci offre più direttamente i filtri con i colori delle bandiere da aggiungere alla foto profilo dopo eventuali attacchi terroristici. Dopo l'attentato a seguito del concerto di Ariana Grande a Manchester, dopo l'attacco con coltello e camion a Londra, una cosa è stata assente su Facebook: i Solidarity Filter, i filtri destinati alla solidarietà. Se ricordate, tali filtri sono stati offerti per la prima volta da Facebook dopo l'attacco a Parigi nel novembre 2015. Insieme con gli hashtag #prayforparis e #jesuisparis, i filtri per la solidarietà erano stati usati da più di 120 milioni di utenti durante i primi tre giorni dalla tragedia.

Perché Facebook non offre più i filtri con la bandiera?

Solo che dopo gli ultimi attentati terroristici, Facebook non ci ha più offerto questa opzione. Se vi state chiedendo il perché, tutto è dovuto al solito fenomeno del benaltrismo: in molti avevano cominciato a protestare perché Facebook non aveva fatto la stessa cosa con le successive crisi in Siria e Libano, come se la gravità di una crisi e della sofferenza umana si potesse misurare sulla base delle bandiere offerte.

Ecco che allora, per cercare di accontentare tutti, Facebook ha cominciato ad usare una nuova tattica con i filtri, ha creato la piattaforma Camera Effects: qui gli utenti possono creare tutte le bandiere da sovrapporre che vogliono. Inoltre possono anche scegliere eventuali bandiere create da altri utenti a sostegno di cause "popolari".

Quindi adesso sono gli utenti che decidono direttamente quale causa sostenere, in modo che non possano più accusare Facebook di selezionare le cause. Il risultato? Secondo i dati di Facebook nessuno dei filtri creati in questo modo ha anche solo minimamente raggiunto i dati ottenuti da quelle precedentemente offerte da Facebook. Pensate che il filtro che ha avuto più seguito è stato quello creato per la Festa della Mamma da Susan G. Komen l'anno scorso, ma si è attestato su 24 milioni di utenti.

Via | BusinessInsider

Foto | quinnanya

  • shares
  • Mail