Microsoft spiega la gestione dei documenti con Explorer su Windows 8

BUILD WindowsIn prossimità del rilascio dell’aggiornamento per l’anteprima di Windows 8, Steven Sinofsky – il responsabile del progetto – ha approfondito la gestione dei documenti in Explorer. Le novità del file manager, rispetto alla corrente versione del sistema operativo, sono molte e alcune rispondono alle esigenze manifestate dagli utenti.

Il primo punto riguarda la gestione dei conflitti, quando i file in fase di spostamento presentano le stesse caratteristiche. Microsoft ha aggiunto un checkbox alla finestra di dialogo perché si possano escludere i documenti identici – per nome, dimensione e data d'aggiornamento – dalla copia. Un espediente per ridurre la selezione.

Questa soluzione richiede 2 sec. sulle partizioni formattate in FAT e 100 ns. su NTFS, un periodo di tempo infinitesimale — rispetto alle prestazioni. Il checkbox è deselezionato, a livello predefinito, affinché l’utente possa scegliere di gestire manualmente l’esclusione dei file. È molto utile a “forzare” lo spostamento dei file.

Un’altra novità è sulla copia di documenti, singoli o raggruppati, di grandi dimensioni. Quando Windows 8 entra in ibernazione, lo spostamento dei file si blocca automaticamente e può essere riavviato al ripristino del sistema. Il riavvio, però, non è immediato: bisogna premere un pulsante inserito ad hoc nella finestra di dialogo.

Gli errori di trasferimento, con Windows 8, sono mostrati soltanto al termine dell’operazione: non è necessario preoccuparsi delle interruzioni, perché Explorer non interrompe lo spostamento e/o la copia dei file successivi agli eventuali errori riscontrati. È una soluzione che Microsoft avrebbe dovuto adottare da tempo su Explorer.

La nuova funzionalità riguarda pure i file system di rete. Il trasferimento dei documenti può avvantaggiarsi della parallelizzazione del processo sul protocollo Service Message Block (SMB), compatibile coi sistemi UNIX-like. L’intento di Microsoft è quello di ridurre i tempi qualora si stiano utilizzando delle reti mobili a soglia.

Non è tutto, perché Explorer offre su Windows 8 la possibilità d’inserire documenti ed eseguibili nella barra d’avvio come avviene col browser, Internet Explorer, su Windows Vista e 7. Il file manager rispetta i metadata delle immagini a orientamento verticale, che non saranno ruotate per adattarsi alle proporzioni delle miniature.

E, ancora, Explorer presenta Ribbon – l’interfaccia mutuata da Microsoft Office – in modalità minimizzata: gli utenti dovranno massimizzarlo on demand o cambiare le impostazioni dal pannello di controllo. Ribbon è una novità interessante, ma occupa molto spazio sullo schermo e le funzioni basilari possono essere effettuate comunque.

L’ultima “chicca” riguarda il prompt dei comandi e la sua versione potenziata, PowerShell. Explorer permette – come avviene sui desktop environment di Linux – l’apertura del terminale dalla cartella in cui si è posizionati: una funzionalità utile agli sviluppatori. Windows 8 risolve molti dei problemi del file manager di Microsoft.

Via | Microsoft

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: