Facebook: multa in Francia per violazione della privacy degli utenti

Facebook è stato multato in Francia a causa della violazione della privacy degli utenti.

Mark Zuckerberg multa

Facebook - Questo è un periodaccio per il portafoglio di Mark Zuckerberg: prima la multa in Italia per WhatsApp e adesso gli tocca sborsare 166.000 dollari in Francia a causa di una multa per violazione della privacy degli utenti provocata dalle modifiche ai suoi termini di servizio del 2014. A dire il vero la multa è modesta se si considerano le dimensioni di Facebook, tuttavia anche Germania, Belgio, Olanda e Spagna stanno indagando in tal senso, quindi se sommiamo tutte le eventuali sanzioni la cifra diventa altina. Il problema nasce da quando Facebook aveva annunciato di aver lanciato un nuovo strumento per aiutare gli utenti a gestire le loro informazioni, viste le difficoltà a capire quali contenuti potevano essere visti da altre persone.

Tuttavia le agenzie europee di controllo dei dati avevano dichiarato che tali modifiche avevano permesso a Facebook di combinare e rintracciare tramite i cookie i dati degli degli utenti in nuovi modi, cosa che viola le leggi sulla privacy. Per esempio una delle accuse riguardava il fatto che non era ben chiaro per gli utenti che Facebook potesse continuare a raccogliere informazioni su di loro anche quando visitavano siti di terze parti che avevano installato uno dei moduli social dell'azienda. Ecco che allora nel gennaio del 2016 la Francia aveva dato un ultimatum a Facebook: doveva modificare tali termini relativi allo sfruttamento dei dati degli utenti e loro monitoraggio. Ma Facebook ha ha risposto abbastanza velocemente e in maniera concreta per la Francia che ha così deciso di procedere con la multa.

Via | VentureBeat

Foto | crunchies2009

  • shares
  • Mail