Facebook aggiorna i termini di utilizzo per limitare i fake live video

Facebook ha deciso di aggiornare i suoi termini di servizio per bloccare i fake live video. Ecco come.

Facebook

Facebook ha deciso di vietare l'uso fuorviante dei suoi live video. L'azienda ha spiegato a TechCrunch che sta aggiungendo una sezione ai termini di servizio della piattaforma Facebook Live API dove si legge che "non bisogna utilizzare l'API per pubblicare solo immagini (esempio: non si possono pubblicare immagini statiche, animate o in loop) o video in live streaming di sondaggi associati a trasmissioni statiche o ambientali". I video che violano tali norme avranno una visibilità ridotta su Facebook, mentre gli editori che le violano ripetutamente avranno un accesso limitato a Facebook Live.

Pensate che dei primi 10 video in live streaming del 2016, la metà non erano veramente video live, bensì erano semplici sondaggi o countdown su sfondo statico. Facebook ha così chiesto un feedback agli utenti, i quali hanno ammesso che non trovano interessanti live video del genere. Per ora si salvano solamente i countdown di eventi reali, come per esempio quelli di Capodanno, ma molto dipenderà dal feedback ricevuto: se sarà negativo, la portata di tali video diminuirà per forza. In fin dei conti Facebook ha versato tantissime risorse per creare questi live video, quindi è necessario che la loro qualità sia alta per poter coprire i costi a lungo termine.

Via | Techcrunch

  • shares
  • Mail