Julian Assange, il fondatore di WikiLeaks, diventerà un presentatore

WikiLeaksJulian Assange, il popolare co-fondatore di WikiLeaks, s’appresta ad assumere il ruolo di presentatore televisivo: nel Regno Unito e – se l’estradizione in Svezia lo permetterà – in Russia. Assange è l’autore di un format che prevede dieci puntate, durante le quali intervisterà gli uomini influenti della politica. C’è una scaletta.

Le trasmissioni dovrebbero avere una durata di ventisei minuti. Mentre non è confermata la partecipazione a Russia Today, il canale finanziato dal Cremlino, citata dall’Agenzia Giornalistica Italiana (AGI)… alcuni degli ospiti dell’edizione britannica sono stati rivelati: Tony Blair, Rupert Murdoch, Hilary Clinton e Sir David Frost.

L’attività di WikiLeaks è già stata interrotta da tempo: forse, definitivamente. Assange ha certo avuto un ruolo importante nel ridefinire il concetto di giornalismo. Tuttavia, quanto resta è soltanto un ingente bisogno di fondi per sostenere le sue spese legali e pagare gli stipendi dell’ufficio stampa. Una prospettiva deprimente.

Via | WikiLeaks

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: