La Cina si prepara a lanciare la propria alternativa a Wikipedia

chinese-academy-of-sciences.jpg

I rapporti tra Wikipedia e la Cina non sono mai stati dei più rosei e nel corso di questi ultimi anni la famosa enciclopedia libera è stata più volte bloccata o censurata nel Paese di Xi Jinping. Ora le acque si sono calmate, ma sembra proprio che la Cina abbia intenzione di realizzare una propria versione di Wikipedia.

Il governo comunista è alla ricerca di 20 mila persone per dare una mano a costruire quella che è stata definita l’“Enciclopedia Cinese”, pronta per essere lanciata nel 2018 con oltre 300 mila voci consultabili gratuitamente online da tutti gli utenti.

Si tratta, per stessa ammissione dell’editore incaricato del progetto, Yang Muzhi, di un progetto colossale descritto come “la Grande Muraglia della Cultura”. L’enciclopedia punterà a “promuovere gli sviluppi scientifici e tecnologici del Paese”, così come la sua storia e i valori alla base del socialismo.

Una vera e propria enciclopedia di stato che rischia di essere ben lontana dalla libertà e trasparenza che ha sempre caratterizzato Wikipedia.

  • shares
  • Mail