Facebook permette ai creatori di reclamare i guadagni dei video rubati

Da adesso Facebook permette ai creatori di video di reclamare i guadagni pubblicitari ottenuti dai loro video rubati.

Facebook Menlo Park

Facebook ha da poco aggiornato la sua politica in modo da consentire ai creatori originali di reclamare indietro i guadagni di qualsiasi entrata pubblicitaria effettuata quando altri utenti rubano i loro video per ottenere clic e visualizzazioni, pratica comunemente nota come "freeboating". La nuova funzione agirà contro queste violazioni usando degli appositi tool automatizzati. Se per esempio un annuncio pubblicitario pre-roll o mid-roll realizzato da un creatore dovesse apparire in un video pirata, ecco che il proprietario di quell'annuncio potrà usare lo strumento Claim earnings per reindirizzare correttamente i ricavi dell'inserzione.

In precedenza in questi casi le uniche opzioni possibili erano il bloccare o richiedere la rimozione del contenuto. Il furto dei video su Facebook è una piaga dilagante degli ultimi anni sulla piattaforma, suppongo inevitabile corollario del fatto che Facebook ha ampliato le sue ambizioni per quanto riguarda il diventare una piattaforma video.

Via | Mashable

Foto | jikatu

  • shares
  • Mail