Microsoft vuole i matrimoni gay nello stato di Washington

Microsoft vuole i matrimoni gay nello stato di Washington

Il dibattito sui matrimoni gay è uno degli argomenti più caldi in tutto il mondo, discusso ogni giorno da tantissime persone: ma forse nonostante ciò sorprende leggere il commento di Microsoft in merito. Nella settimana in cui la protesta contro SOPA è divampata e lo spettro della censura cala sulla rete, l'azienda di Redmond ha così deciso di offrire ulteriore carne al fuoco delle discussioni animate, attraverso un punto di vista tutt'altro che scontato.

Microsoft ha infatti deciso di unirsi ad altre cinque società (Vulcan, NIKE, RealNetworks, Group Health Cooperative e Concur), per supportare la proposta di legge destinata a legalizzare i matrimoni gay nello stato di Washington, dove per l'appunto ha sede il colosso informatico. I motivi? Eccoli qua, direttamente dal blog della società fondata da Bill Gates:

"In Microsoft siamo orgogliosi dei nostri prodotti e servizi, del nostro marchio e del nostro mercato globale. Ma senza ombra di dubbio i nostri impiegati sono la nostra risorsa più importante. [...] Considerando che altri stati riconoscono l'uguaglianza del matrimonio gay, gli impiegati nello stato di Washington sono in condizione di svantaggio se non possiamo offrire un ambiente simile ai nostri impiegati talentuosi, alle nostre reclute migliori e alle loro famiglie. Le aziende nel settore tecnologico stanno affrontando una competizione nazionale e globale senza precedenti alla ricerca dei più talentuosi.

Nonostante i progressi fatti nel corso degli anni per le unioni domestiche, le coppie dello stesso sesso a Washington hanno ancora uno status diverso dai loro vicini. L'uguaglianza del matrimoni a Washington permetterebbe agli impiegati di essere alla pari di quelli negli altri sei stati che riconoscono le unioni delle coppie dello stesso sesso - Connecticut, Iowa, Massachusetts, New Hampshire, New York e Vermont. Questo si rivelerebbe in un aiuto per noi per competere alla ricerca di talenti."

In sintesi: come facciamo a trovare e assumere persone talentuose nello stato di Washington, se alcune di queste sono discriminate? Una posizione a favore dei matrimoni gay che quindi non è priva d'interesse, e che quindi potrebbe far storcere il naso anche ai diretti interessati. Anche se c'è da dire che il supporto di un'azienda importante come Microsoft potrebbe sicuramente dare al disegno di legge (SB 6239 e HB 2516) una spinta in più.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: