Twitter ha acquistato Summify per contrastare l’information overload

Summify, il prodotto dell’omonima società rumena – trapiantata negli Stati Uniti – è stato acquistato da Twitter. È una soluzione per ridurre l’impatto del fenomeno dell’information overload: il sovraccarico dell’informazione, generato dall’utilizzo “intensivo” dei social network. Si sviluppa in tre direzioni: mobile, e-mail e web.

A grandi linee, Summify recupera i contenuti più rilevanti dai servizi connessi al proprio account e restituisce un riassunto giornaliero degli aggiornamenti rilevanti. Perché Twitter ha pensato d'acquisirlo? Ovvio, per ridurre il «rumore di sottofondo» dei tweet. È un volume di informazioni eccessivo perché possa essere consultato.

Twitter ha inaugurato la forma del microblogging, un concetto che applica i brevi messaggi di testo alla comunicazione sul web. A distanza di sei anni, Twitter è un social network più maturo che compete (quasi) alla pari con Facebook. La conseguenza diretta è un traffico di dati insostenibile — ovvero il cd. “information overload”.

Via | Summify

  • shares
  • Mail