Google: la ricerca diventa social grazie a Google+

La ricerca di Google diventa social grazie a Google+

Tutti i servizi offerti da Google, lo sottolineavamo pochi giorni fa, finiranno per integrarsi con Google+, il social network lanciato da poco più di sette mesi. Non fa di certo eccezione l'omonimo motore di ricerca che ha dato inizio all'avventura di Google: l'azienda di Mountain View ha appena presentato una serie di novità che faranno sicuramente felici gli utilizzatori di Google+ e, a detta di Google, cambieranno il modo di fare ricerche online.

Tre sono le grandi novità che saranno disponibili per tutti gli utenti nel corso delle prossime settimane. La prima, attivabile cliccando su un apposito pulsante, è la personalizzazione delle ricerche: i risultati includeranno i post e le foto che voi o i vostri amici avete condiviso su Google+ a partire dalla vostra iscrizione.

La seconda, invece, consiste nell'inserimento di tutti gli utenti iscritti al social network made in Google nei risultati delle ricerche: iniziando a digitare un nome nella barra di ricerca, l'autocompletamento di Google vi suggerirà dei profili che potrebbero corrispondere a ciò che state scrivendo, che si tratti di un vostro conoscente o di una celebrità. Non dovrete far altro che cliccare sul suggerimento per aprire il profilo ed aggiungere la persona alle vostre cerchie.

Google Search plus Your World

La ricerca di Google diventa social grazie a Google+
La ricerca di Google diventa social grazie a Google+
La ricerca di Google diventa social grazie a Google+
La ricerca di Google diventa social grazie a Google+

L'ultima novità, non meno importante, è il box Persone e Pagine che comparirà a destra nella pagina dei risultati e sarà strettamente correlato alle vostre chiavi di ricerca. Per ogni argomento cercato, Google vi indicherà una lista di persone che discutono più frequentemente di quella materia o di pagine ad essa collegate. Cercando "music", ad esempio, nella barra Persone e Pagine potrete trovare il profilo di Britney Spears o di Snoop Dogg. Da lì, con un semplice click, potrete aggiungere quelle persone alle vostre cerchie.

Una piccola nota sulla sicurezza: Google specifica che, al pari dei post e delle foto condivise su Google+, anche i risultati delle ricerche personalizzate sono protetti dal protocollo SSL. Potete comunque decidere di disabilitare i risultati personalizzati e continuare ad utilizzare il motore di ricerca come avete fatto finora.

Queste novità sono disponibili fin da subito per gli utenti che usano la versione inglese di Google, mentre per tutti gli altri sarà necessaria ancora qualche settimana. Da quello che avete visto, che ne pensate? Sarà questa la mossa che farà definitivamente decollare Google+? E, soprattutto, come reagiranno gli altri social network, evidentemente penalizzati da tutto ciò?

Via | Inside Search Blog

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: