Google banna da AdSense oltre 200 siti che diffondono notizie false

google

Google continua a fare seriamente nella lotta contro la diffusione di notizie false e nell’ultimo trimestre del 2016 ha bannato ben 200 editori dalla piattaforma AdSense, assicurandosi così che la diffusione di bufale e notizie false, troppo spesso prese per vere dai condivisori seriali sui social network, non guadagnino da questa disinformazione, o che almeno non lo facciano tramite Google.

Da anni Google si preoccupava periodicamente di mettere al bando gli annunci pubblicitari ritenuti falsi e ingannevoli, ma da quando il problema delle false notizie è cresciuto in modo esponenziale ha deciso di fare lo stesso anche con chi si occupa di produrle e diffonderle. L’ondata di ban è arrivata dopo l’aggiornamento delle politiche di AdSense e decine di furbetti sono stati mandati via.

Tra le vittime di questa pulizia di fine anno ci sono molti siti che hanno provato a spacciarsi per famose organizzazioni e testate, spesso acquistando domini di primo livello simili a quelli ufficiali, cambiando qualche lettera o accorciandone il nome e puntando così sulla scarsa capacità di verifica dei lettori.

Google non ha fornito un elenco dei siti banditi da AdSense, ma ha promesso che l’attività di controllo proseguirà con regolarità.

Via | ReCode

  • shares
  • Mail