Pulire la bacheca di Facebook per aggiornare il profilo con Timeline

Facebook TimelineTimeline, il nuovo profilo di Facebook, è disponibile per tutti da qualche settimana. Se ancora non avete effettuato l’aggiornamento, aspettate: potrebbe essere utile pulire prima la bacheca dagli aggiornamenti di stato. Oltre alle rinnovate impostazioni sulla privacy, Timeline recupera i contenuti che risalgono ad anni precedenti.

L’aggiornamento non impedisce di cancellare i messaggi e gli stati scritti in passato, ma non esiste un modo di farlo in automatico. Rimuoverli uno a uno richiederebbe delle settimane, soprattutto se siete iscritti a Facebook da molto tempo: potreste convincervi a cancellare il profilo dalla disperazione. Parola di chi l’ha provato.

Anziché optare per una soluzione così drastica potreste considerare l’ipotesi di sfruttare delle risorse gratuite per pulire la bacheca prima di buttarvi a capofitto su Timeline. Questi metodi non cancellano le immagini, non rimuovono gli eventi o le iscrizioni ai gruppi: si limitano a eliminare i messaggi di stato propri e altrui.

Utilizzando Firefox, potete sfruttare Facebook Scrubber: è uno script per Greasemonkey, perciò occorre installarne l’estensione. Google Chrome e Opera hanno un supporto “nativo” limitato a questi script. Potrebbe comunque funzionare con entrambi i browser, ma il successo non è garantito. Se funziona è certo la soluzione più rapida.

Facebook Scrubber permette di cancellare tutti i messaggi dalla bacheca del profilo di Facebook in un clic. Prima dell’avvio, lo script chiede una conferma esplicita — affinché l’operazione non sia stata richiesta per errore. Esistono altri script equivalenti: è il più aggiornato per l’ultima versione del profilo, prima di Timeline.

Una seconda possibilità è costituita da Macro Recorder, un’applicazione per Windows che riproduce il comportamento del mouse per un numero definito di ripetizioni o all’infinito. In questo caso, bisogna impostare come una “macro” da riprodurre la cancellazione di un singolo messaggio di stato: il meccanismo non è poi semplicissimo.

Un problema di questa soluzione è che il programma non è gratuito. Per fortuna, la versione di prova non ha limiti d’utilizzo nei trenta giorni della valutazione. Un altro ostacolo è costituito dalla creazione della “macro”: se impostata in modo scorretto, potrebbe essere più deleteria che utile. Magari, rimuovendo altri contenuti.

La seconda alternativa dovrebbe essere prevista soltanto come extrema ratio, non soltanto per l’oggettiva difficoltà derivante dal sistema delle “macro”. L’interfaccia di Facebook prevede lo scorrimento verticale su richiesta degli aggiornamenti che superano il limite massimo di una pagina. Una variabile da tenere in considerazione.

Potrebbero esistere altre risorse per ottenere questi risultati: in genere, è meglio evitare le applicazioni interne a Facebook che promettono altrettanto. Il social network non prevede questa possibilità. Se proprio non riuscite a pulire la bacheca, potete sempre creare un profilo ex novo. Però con tutti i disagi che ciò comporta.

Via | ZDNet

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: