Chrome: l'estensione B.S. Detector ci permette di trovare i siti di notizie false

Su Chrome esiste un'estensione chiamata B.S. Detector che ci consente di evidenziare i siti di notizie false. Ecco come funziona.

B.S. Detector

Chrome - Visto che Facebook ci sta mettendo un po' a bloccare le notizie false provenienti da siti di bufale, ecco che nel frattempo è stata ideata in poche ore un'estensione per Chrome che identifica e i siti che pubblicano notizie false. Questa estensione si chiama B.S. Detector e la potete scaricare e installare seguendo questo link. Questa estensione permette di identificare gli articoli presenti nel News Feed i Facebook provenienti da fonti discutibili: una volta individuate queste fake news, ecco che sull'articolo compare un banner di avvertimento quando si scorre il feed.

Come funziona l'estensione per Chrome B.S. Detector?

Il creatore di questa estensione è Daniel Sieradaski: ha dichiarato di aver compilato un elenco dei siti noti per dare notizie false, ma che comunque gli utenti possono inviare richieste di modifica dell'elenco su Github. Sieradaski ha così spiegato: "Ho creato questa estensione nel giro di un'ora dopo aver letto che Mark Zuckerberg è in difficoltà nel segnalare agli utenti i siti di notizie false. Ovviamente è possibile, ci vuole solo un po' di spina dorsale. Questa estensione per ora è solo un prototipo, ma funziona abbastanza bene". Il riferimento alla spina dorsale dipende dal fatto che Zuckerberg tentenna da tempo nel censurare determinati siti per paura poi di essere accusato di essere di parte.

L'estensione è stata testata su Facebook e finora è stata utile per discriminare post provenienti da siti di fake news: negli Stati Uniti spesso post del New York Times appaiono accanto a titoli di Infowars, noto sito di bufalari e notizie false.

Tutto questo si va a collegare al più ampio discorso delle critiche mosse a Facebook e ai social network in generali rei, secondo alcuni, di aver contribuito all'elezione di Donald Trump. Mark Zuckerberg ribadisce da una settimana che sia follia pensare che le notizie false e le bufale presenti su Facebook abbiano contribuito a influenza le elezioni statunitensi e diciamo che sono propensa a stare dalla parte di Mark. Se gli americani sono così boccaloni da credere a ogni bufala presente sui social network e si fanno influenzare nella decisione elettorale da notizie false presenti su Facebook senza prima andare a verificarle in rete, allora si meritano proprio di avere Donald Trump come presidente.

Via | Mashable

  • shares
  • Mail