Facebook, Twitter, WhatsApp e YouTube di nuovo bloccati in Turchia

La Turchia ha di nuovo bloccato Facebook, Twitter, YouTube e WhatsApp: ecco il perché.

turchia

Facebook, Twitter, YouTube e WhatsApp - La Turchia ha di nuovo bloccato Facebook, Twitter, WhatsApp e YouTube. Prima è arrivata la notizia del blocco di Facebook, Twitter e YouTube, poi in un secondo momento si è aggiunto anche WhatsApp. I collegamenti a tali servizi sono o bloccati del tutto o estremamente rallentati, impedendo così agli utenti l'accesso. Si pensa che il blocco sia dovuto all'operazione di stanotte dove sono stati arrestati 11 membri del Parlamento appartenenti al Partito Democratico Popolare Pro-Curdo. Il tutto dovrebbe far ancora parte del contro colpo di stato messo in atto dal presidente Erdogan a seguito del fallito colpo di stato contro di lui messo in atto dall'opposizione nel mese di luglio scorso.

Questa non è certo la prima volta che il governo turco blocca internet e servizi ad esso connessi durante i conflitti, siano essi fisici che politici. Solamente lo scorso mese aveva oscurato Google Drive, Dropbox, Microsoft OneDrive e GitHub nel tentativo di bloccare la fuoriuscita di informazioni via email del Ministro dell'Energia e delle Risorse Naturali, Berat Albayrak.

Via | The Next Web

Foto | Screenshot dall'account Twitter di Turkey Blocks

  • shares
  • Mail