Vimeo sfida Netflix e Amazon lanciando un servizio a pagamento

Vimeo ha deciso di sfidare Netflix e Amazon lanciando un servizio a pagamento: vediamo di cosa si tratta.

vimeo

Vimeo ha deciso di sfidare Netflix, Amazon e YouTube lanciando un proprio servizio a pagamento, che nulla avrà a che fare con le versioni Plus, Pro e Business. L'azienda, di proprietà di IAC, si stava già preparando da tempo a questa mossa, conferma ne è l'acquisizione di VHX, piattaforma dedicata ai video in abbonamento. Vimeo ha dato la notizia ufficiale mercoledì scorso, quando ha rilasciato il suo report periodico sui guadagni. Joey Levi, CEO di IAC e CEO ad interim di Viemo, ha spiegato che differenzierà il proprio servizio rispetto ai servizi a pagamento di altre piattaforme.

Vimeo: il servizio a pagamento avrà successo?

Queste le parole di Joey Levin: "Vimeo ha già generato una community e un mercato che stanno producendo contenuti di valore, attirando in massa il pubblico e facendo aprire ai consumatori i loro portafogli. Ora abbiamo bisogno di alimentare questo sistema con il marketing, la progettazione e l'innovazione del prodotto, iniziando a ritagliarci una fetta del mercato televisivo e dei film".

Vimeo ha il vantaggio che in questo settore non dovrà partire da zero in quanto su Vimeo già ci sono registi e appassionati di video, con un ricco catalogo di video di alta qualità. Basti pensare che una sua serie web, High Maintenance, è stata ripresa anche dall'HBO e che tre dei quattro candidati agli Oscar nella categoria dei corti sono registi che lavorano su Vimeo. Inoltre quest'anno ha anche ricevuto la sua prima nomination agli Emmy per il suo contenuto originale Garfunkel and Oates: Trying to be Special.

Tutti questi contenuti, finora, sono stati sponsorizzati direttamente da Vimeo. E nel caso ve lo stiate chiedendo, il catalogo di Vimeo comprende 115 milioni di video e ha più di un miliardo di visualizzazioni video mensili. Il servizio vanta 240 milioni di spettatori al mese e di questi ben 24 milioni guardando tre o più video al mese. Bisogna adesso vedere se Vimeo riuscirà a convincere le persone iscritte a Netflix, Hulu e Amazon a passare sui suoi lidi.

Via | iDownloadblog

Foto | jurgenappelo

  • shares
  • Mail