Google vuole mettere il ride sharing dentro Waze

Dopo la decisione di Uber di testare le corse low-cost a San Francisco, la società specializzata in trasporto con auto potrebbe trovare un inaspettato concorrente. Secondo il Wall Street Journal, Google sarebbe infatti pronta a fare più o meno la stessa cosa con Waze.

All'interno dell'app di navigazione potrebbe infatti arrivare la gestione del ride sharing, permettendo ai suoi utenti di accedere a quelle che sarebbero tariffe vantaggiose rispetto a quelle dello stesso Uber o di Lyft. Si parla di 0,54 dollari a miglio, con Google che almeno per ora rinuncerebbe a una propria fetta per far diffondere l'uso del servizio.

Il ride sharing di Waze dovrebbe diventare disponibile immediatamente per tutti gli utenti, permettendo così a chiunque, in ogni momento, di offrire una corsa a un'altra persona. Il problema principale al momento starebbe nel fatto che Google non intende effettuare controlli sugli autisti, al contrario di quanto invece viene fatto da Uber (con risultati comunque messi sotto accusa in passato).

Allo stato attuale sembra dunque facile individuare quali possano essere i principali problemi del ride sharing di Waze, legato soprattutto alla sicurezza delle persone che ne fanno uso. Per il momento, non ci sono altri dettagli che possano tranquillizzare da questo punto di vista, considerato che Google intende valutare i guidatori solo in base alle recensioni lasciate dai loro passeggeri. Staremo a vedere.

Via | Thenextweb.com

  • shares
  • Mail