Twitter: perché non ci sarà mai il pulsante Modifica?

Ecco una possibile spiegazione sul perché su Twitter non ci sarà mai il pulsante Modifica (Edit) dedicato ai tweet.

twitter tweet

Twitter - Perché non ci sarà mai il pulsante Modifica (Edit) su Twitter? La domanda è tornata alla ribalta dopo che a seguito della sparatoria a Dallas, il Dipartimento di Polizia di Dallas ha pubblicato la foto di un uomo "sospetto", chiedendo alla gente di aiutare a ritrovarlo. Ben presto, però, si è capito che quell'uomo era innocente, solo che il tweet è rimasto lì, così come era stato scritto in origine e la gente ha continuato a ritwittarlo. Alla fine la polizia di Dallas è riuscita a cancellare il tweet, ma solo dopo che era stato ritwittato più di 40.000 volte e inserito in molte news pubblicate su diversi siti. E l'uomo ancora adesso è costretto a vivere in clandestinità perché teme per la sua vita.

Twitter e il tanto richiesto pulsante Modifica

Eliminare il tweet è stata la mossa giusta, solo che doveva essere fatta prima. Un'altra opzione sarebbe stata quella di rispondere o citare il proprio tweet con una correzione in modo da dichiarare al mondo che l'uomo nella foto era innocente, anche se ciò avrebbe lasciato il tweet originale inalterato. Cancellare il tweet era l'unica strada percorribile, anche se non quella ottimale:una volta cancellato, il tweet scompare dal web sostituito da una pagina di errore che non ti spiega però perché è stato cancellato.

Inoltre eliminandolo non è più possibile rispondere con correzioni o chiarimenti. La soluzione corretta in teoria sarebbe una sola, l'inserimento di una funzione che gli utenti stanno chiedendo a gran voce da anni: la funzione di Editing con l'avvento del pulsante Modifica. Se ci fosse stato un pulsante Modifica, il tweet modificato sarebbe andato a sostituire ovunque il tweet, anche sui siti che lo avevano incorporato. In questo caso la gente avrebbe subito capito l'errore della polizia di Dallas e l'uomo non sarebbe stato costretto a nascondersi.

Ci sono poi altri motivi meno gravi che potrebbero volerci spingere a modificare un tweet, magari abbiamo fatto un errore di battitura, vogliamo aggiungere un link oppure cambiare la foto. Jack Dorsey un anno fa sembrava propenso al lancio di un simile pulsante, eppure ancora non è arrivato. Kevin Weil di Twitter l'anno scorso aveva spiegato perché ancora non ci fosse la funzione di edit: modificare un tweet potrebbe creare problemi a chi lo ritwitta in quanto il suo commento potrebbe non avere più senso. Nei casi peggiori un utente potrebbe twittare una frase innocua, farla girare e poi modificarla in modo offensivo.

D'accordo, vista così la faccenda avrebbe un senso, ma quello che non si capisce è perché Twitter non consideri una priorità risolvere queste difficoltà tecniche e lanciare il pulsante Modifica. Si potrebbe per esempio contrassegnare in modo particolare un tweet modificato includendo un'opzione che permetta di visualizzare l'originale (un po' come succede su Facebook) in modo da vedere esattamente cosa sia stato cambiato. Qualcuno ipotizza che il fatto del mancato arrivo di questo pulsante sia dovuto al fatto che Twitter non può permettersi di badare agli interessi delle persone che lo utilizzano, ma deve dare priorità agli interessi di persone che non lo usano per poter ampliare il proprio bacino d'utenza.

Via | BusinessInsider

Foto | mdgovpics

  • shares
  • Mail