Facebook, Twitter e YouTube bloccati in Turchia durante il colpo di stato

Facebook, Twitter e YouTube sono stati bloccati in Turchia durante il colpo di stato. Che fra l'altro è fallito.

turchia

Turchia, colpo di stato - E' confermato: Facebook, Twitter e YouTube sono stati bloccati in Turchia durante il colpo di stato che ha visto coinvolte le forze militari. Colpo di stato che fra l'altro è fallito, fonti ufficiali del governo hanno riferito che sono stati arrestati 1.563 soldati, fra cui 29 colonnelli e 5 generali. Venerdì sera una fazione guidata da militari ha cercato di prendere il controllo del paese. Contemporaneamente molti social network sono stati oscurati. Molti residenti sono comunque riusciti ad aggirare i blocchi pubblicando messaggi, foto e video: probabilmente hanno utilizzato VPN o altri servizi coperti dall'anonimato. Inoltre molte persone sono riuscite a mandare in diretta streaming video del golpe su Facebook.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha usato la sua applicazione FaceTime su iPhone per trasmettere messaggi e sollecitare il popolo a resistere al colpo di stato. Almeno, questo secondo quanto dichiarato dal New York Times. Un portavoce di YouTube intanto ha riferito che l'azienda sa del down di YouTube in Turchia, ma che i loro sistemi sembrano funzionare normalmente.

Via | Cnet

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail