Evernote aumenta i prezzi e mette nuovi limiti alla versione gratuita

evernote.jpg

Evernote, la popolare piattaforma di produttività, ha deciso di battere cassa e per questo, a sorpresa, ha annunciato novità sia per gli utenti gratuiti che per quelli a pagamento, provocando uno scontento generale tra tutti gli utilizzatori del comodo servizio offerte.

A partire da oggi tutti gli utenti non paganti potranno sincronizzare soltanto due dispositivi col proprio account di Evernote - due computer, o un computer e uno smartphone e via dicendo - mentre gli utenti delle versioni Plus e Premium si vedranno aumentare sensibilmente la spesa da sostenere.

Evernote Plus, che permette l’archiviazione delle note offline e uno spazio gratuito di 1 GB oltre alla sincronizzazione di più dispositivi, arriverà a costare 29,99 euro all’anno - rispetto ai 24,99 euro chiesti fino a ieri - e la versione Premium, che offre invece fino a 9 GB di spazio cloud, passerà a 59,99 euro rispetto ai 49,99 euro di ieri.

Chris O’Neill, CEO di Evernote, ha spiegato:

Non prendiamo alla leggera il cambiamento di prezzo e non vi diamo per scontati. Il nostro obiettivo è quello di continuare a migliorar Evernote sul lungo termine […] ma questo richiede un importante investimento di energia, tempo e denaro. Chiediamo agli utilizzatori assidui di Evernote di darci una mano per questo investimento e trarre poi tutti i benefici dal risultato.

Questo la dice lunga sulle difficoltà in cui si trova Evernote, costretta nell’ultimo periodo a ridurre il 18% del suo staff e chiudere il 10% dei suoi uffici nel Mondo. Chi non è disposto a sottostare all’aumento del prezzo, nemmeno troppo lieve, si rivolgerà in tempi rapidi alla concorrenza, come in molti stanno già facendo.

  • shares
  • Mail